Come Risparmiare sulle Bollette

Temi di crisi e amore per l’ambiente ci portano a voler risparmiare sulle nostre bollette. Ma come si fa? Con i nostri 20 suggerimenti, risparmiare diventa facile!

Acqua

Risparmiare sul nostro consumo d’acqua è possibile e gioverà non solo al nostro portafogli, ma anche all’ambiente

Non aprire i rubinetti al massimo!
Non è sempre necessario e ci aiuterà a risparmiare un bel po’ sulla nostra bolletta.
Chiudere i rubinetti quando ci si lava i denti
O quando ci si insapona sotto la doccia oppure se ci si fa la barba o ci si depila. Sembra un gesto molto semplice, ma così facendo si risparmiano tra i 5000 e gli 8000 litri di acqua.
Usate il frangigetto
Facilissimo da reperire, economico e pronto all’uso, è il frangigetto, che vi aiuterà a creare un getto d’acqua uniforme e più ricco, grazie all’aria che utilizza.
Sì alla doccia!
Fare la doccia è più veloce e anche più economico, poichè riduce di circa un terzo dei consumi di acqua.
Frutta e verdura da lavare a bagno
Potete mettere verdure e frutta in una bacinella contenente acqua, magari con un po’ di bicarbonato o amuchina (quella specifica per le verdure) e poi risciaquarle velocemente. Così facendo risparmierete e l’ambiente vi ringrazierà.

Luce

​Sì alle lampadine fluorescenti compatte
Le lampadine a basso consumo sono un po’ più care nella spesa iniziale, ma vi permetteranno di risparmiare fino al 70% (durando molto più a lungo)rispetto alle lampadine normali, quindi la vostra spesa sarà ammortizzata facilmente.
Spegnere le luci
Se andate via da una stanza o se uscite di casa, è buona abitudine controllare sempre di aver spento la luce.
Non lasciate monitor in Stand-By
Televisori e computer, lettori DVD ecc, se spenti del tutto (la tipica lucina rossa o blu dovrà scomparire), vi faranno risparmiare periodicamente fino al 10% sulla bolletta.
Installate interruttori a tempo dove possibile
Se possibile, installate interruttori a tempo (magari con i sensori di movimento) in corridoi, lavanderie, cantine, disimpegni. In questo modo la luce si spegnerà automaticamente dopo un tot di tempo e sarete certi di non dimenticare la luce accesa.
No ai faretti
I faretti sono spesso scelti per l’aspetto estetico oppure per una questione di spazio, ma sono sconsigliati. Infatti i faretti consumano moltissimo, spesso si surriscaldano in maniera insalutare e forniscono solo una luce molto mirata, non sempre utile a illuminare un ambiente grande. Meglio scegliere allora luci più grandi, magari di 100w, che forniscono la luce sufficiente a illuminare la stanza, costando la metà di faretti e luci piccole.

Elettrodomestici

Anche risparmiare sull’utilizzo degli elettrodomestici è possibile. Ecco come:

Scegliere classi di efficienza elevate
Da qualche anno a questa parte ormai gli elettrodomestici hanno delle classi di consumo, che vanno dalla A (la più efficiente), alla G (la meno efficiente). Quindi al momento dell’acquisto sarebbe opportuno scegliere un elettrodomestico classe A, che anche essendo più caro, ci farà risparmiare nel tempo
Sempre carichi pieni
Se usate la lavatrice e la lavastoviglie, è meglio prediligere carichi pieni, utilizzando così l’energia più efficientemente. Quindi per risparmiare, sia energia che acqua, è meglio un lavaggio pieno ogni 2 giorni, che un carico mezzo vuoto quotidianamente.
Lavare nei weekend e la sera
Prediligete la sera per i vostri lavaggi, possibilmente tra le 20 e le 8 del mattino successivo, sempre nel rispetto dei vostri inquilini e vicini di casa. Un altro buon momento per fare la lavatrice o mettere la lavastoviglie è durante il weekend. Le vostre bollette ne gioveranno considerevolmente.
Preferire il forno ventilato
I forni elettrici sono tutt’ora l’elettrodomestico che consuma di più. Quindi preferite i forni ventilati e per riscaldare piccole cose, velocemente, sarebbe meglio utilizzare il microonde. Col microonde è anche possibile cucinare alcuni cibi senza rimetterci nel risultato. Se potete, evitate anche di preriscaldare il forno.
Frigo al fresco
Per far sì che il vostro frigo funzioni in maniera efficiente e vi faccia risparmiare, è meglio che il frigorifero sia lontano da fonti di calore, possibilmente collocato nel punto più fresco della stanza e a minimo 10cm di distanza dal muro. E’ consigliabile che la temperatura del frigo sia intermedia, infatti temperature troppo fredde aumenterebbero i consumi del 10-15%. Anche sbrinarlo regolarmente vi aiuterà ad avere un’esperienza più efficiente.

Riscaldamento e raffreddamento

Attenti agli spifferi
Per riscaldare o raffreddare un ambiente è importante evitare che in casa ci siano spifferi, per garantire che sia l’aria calda che quella fredda, possano circolare nell’ambiente senza dispersione. Usate quindi guarnizioni e chiudete le tapparelle la sera, per garantire un sistema efficiente, soprattutto nel riscaldare la vostra casa.
Utilizzare i termostati
Sia che abbiate un impianto centralizzato, che uno autonomo, è consigliabile utilizzare i termostati, così da potere scegliere la temperatura per un determinato ambiente in base alla necessità. Se ad esempio non siamo in soggiorno, ma solo in camera da letto, potremmo anche decidere di riscaldare di più la stanza e lasciare ad una temperatura inferiore il soggiorno. In questo modo potrete risparmiare e vivere anche in un ambiente più salutare. Ricordate inoltre di mantenere il riscaldamento non oltre i 21 gradi durante il giorno e i 18 durante la notte.
Sì al climatizzatore
Condizionatore o climatizzatore? IN questo caso sarà il climatizzatore a vincere! Infatti, il condizionatore spesso è inefficiente e causa anche un inadeguato raffreddamento dannoso alla nostra salute. Il climatizzatore invece ha delle funzioni più efficienti che possono raffreddare (o riscaldare) l’ambiente in maniera ottimale e uniforme alternando e adeguando i getti d’aria e le temperature. Così avrete un risultato migliore e spenderete anche di meno!
Preferite un deumidificatore
Una volta scelto il climatizzatore, sarebbe ancora più efficiente utilizzarlo con la funzione di “deumidificatore”. I deumidificatori infatti tolgono l’umidità, abbassando come conseguenza la temperatura di un ambiente. Così facendo sarete in un ambiente più sano e naturale e inoltre risparmierete notevolmente, poichè il deumidificatore non consuma così tanta energia come il normale climatizzatore o condizionatore.
Puntualità con la manutenzione
Se volete poi davvero risparmiare e non incappare in spese improvvise, è bene esser puntuali con la manutenzione annuale, così da esser certi che i filtri sono puliti e che le caldaie e gli impianti funzioni in maniera efficiente senza perdite o guasti.